SCUOLA DI DANZA CLASSICA – MODERNA – CONTEMPORANEO – LATINI AMERICANI – PILATES – BIODANZA A CARPI

 


Come eseguire un Arabesque corretto

0
Posted 3 maggio 2015 by Ecole de Ballet in Guida al Balletto

L’arabesque è una posa che prevede moltissime varianti a seconda della posizione che assumono le braccia rispetto al corpo e il corpo stesso rispetto allo spazio. In ogni caso nelle arabesques si avrà sempre la gamba dell’aria tesa Derrière, salvo diverse indicazioni a 90 gradi rispetto alla gamba di terra. Quando si esegue la stessa posa con la gamba dell’aria Devant si parla invece di posa in quarta avanti.

Le arabesques codificate variano a seconda delle diverse scuole nazionali.

Nella scuola francese esistono 2 tipi di arabesques:
-ouverte: aperta al pubblico. Posizionandosi obliquamente o di profilo rispetto al pubblico, la gamba in aria è quella “più vicina” ad esso mentre quella di terra è la “più distante”. Per le braccia vale la stessa condizione, ovvero quello alla seconda –Allongé– è quello vicino al pubblico mentre quello Devant è lontano;
-croisée: incrociata al pubblico. Esattamente il contrario di quella ouverte.
In entrambe le arabesques la testa è verso il braccio avanti e il tronco è leggermente inclinato in avanti, a compensare l’altezza della gamba dell’aria.

Nella scuola inglese, che mutua la codificazione delle arabesques dal metodo Cecchetti, se ne distinguono 5:

1a: come l’arabesque ouverte francese;
2a: le gambe sono come nell’arabesque ouverte francese mentre le braccia come in quella croisée. La testa è al pubblico;
3a: le gambe sono come nell’arabesque ouverte francese mentre le braccia sono entrambe devant (quella vicina al pubblico all’altezza della spalla, l’altra più alta di 45 gradi circa). La testa è verso le braccia in avanti;
4a: le gambe sono come nell’arabesque croisée francese ma con la gamba di terra in Plié, mentre le braccia sono come nell’arabesque ouverte francese;
5a: come la 4a arabesque ma con le braccia in avanti come nella 3a.
In tutte le arabesques il tronco non asseconda la gamba dell’aria ma rimane eretto e in asse con la gamba di terra.

Nonostante nella pratica il metodo Cecchetti comprenda 12 pose di arabesque, la terminologia ne presenta solo 5 per una virtuale analogia con le posizioni dei piedi. Le prime tre arabesque sono quelle di base, hanno il busto perfettamente eretto, distinguendosi tra loro per il rapporto tra le braccia e gambe; le altre due indicano genericamente l’adattamento in plié della posa, in cui il corpo perde la verticalità (si sposta in avanti) per creare un funzionale contrappeso alla gamba.

  • Prima arabesque: Tronco eretto; a gambe aperte al pubblico corrisponde una disposizione analoga delle braccia che sono allungate esattamente da davanti a dietro al corpo in una linea leggermente discendente.
  • Seconda arabesque: Tronco eretto; a gambe aperte al pubblico corrisponde un incrocio totale delle braccia rispetto alle gambe. Permane la linea caratterizzante le arabesques: braccia allungate esattamente da davanti a dietro al corpo in una linea leggermente discendente.
  • Terza arabesque: è l’arabesque à deux bras ottocentesca ricorrente nei balletti romantici (Giselle, La Sylphide ecc.) ma con le braccia allungate decisamente in avanti e sfalsate.

 

Nella scuola russa, metodo Vaganova, le arabesques sono 4:

1a: come l’arabesque ouverte francese;
2a: le gambe sono come nell’arabesque ouverte francese mentre le braccia come in quella croisée. La testa è rivolta al pubblico;
3a: le gambe sono come nell’arabesque croisée francese mentre le braccia come in quella ouverte. La testa è verso il braccio avanti;
4a: come l’arabesque croisée francese, ma con una torsione del tronco sul bacino allo scopo di mostrare tutta la schiena al pubblico e di allineare le braccia su un’unica diagonale ascendente. La testa è rivolta al pubblico.
In tutte le arabesques il tronco è leggermente inclinato in avanti, a compensare l’altezza della gamba dell’aria.

  • Prima arabesque: il corpo è girato di profilo o di 45° rispetto all’en face; la gamba alzata è quella che si trova dalla parte del pubblico; le braccia sono in posizione aperta al pubblico, il braccio corrispondente alla gamba poggiata a terra è teso in avanti e l’altro si trova in seconda (diretto verso il pubblico); lo sguardo è rivolto in avanti. Gambe e braccia sono aperte rispetto al pubblico (la posa è senza opposizione); il tronco seppur slanciandosi verso l’alto, mostra una dinamica curva nella schiena dovuta al contrappeso alla gamba indietro.
  • Seconda arabesque: il corpo è girato di profilo o di 45° rispetto all’en face; la parte bassa del corpo ha la stessa posizione della prima arabesque, mentre la posizione della parte alta si inverte. La gamba alzata è quella che si trova dalla parte del pubblico; sia il torace che le braccia sono in posizione chiusa al pubblico, per cui sarà teso in avanti il braccio corrispondente alla gamba alzata mentre l’altro è leggermente deviato indietro proporzionalmente alla leggera rotazione del torace; lo sguardo è rivolto al pubblico. Anatomicamente tale posizione chiusa del corpo è determinata da una rotazione del torace rispetto alla parte bassa del corpo. Rispetto al pubblico le gambe sono aperte, le braccia sono invece chiuse: la posa è costruita sull’opposizione. La curva della schiena è visibile per la posizione di profilo del corpo.
  • Terza arabesque: il corpo è girato di 45 ° rispetto all’en face; dalla parte del pubblico si trova la gamba portante; le braccia sono in posizione aperta al pubblico, il braccio corrispondente alla gamba poggiata a terra teso in avanti, e l’altro in seconda (diretto verso il pubblico); lo sguardo è rivolto in avanti. Rispetto al pubblico le gambe sono chiuse e le braccia sono aperte: la posa è costruita sull’opposizione.
  • Quarta arabesque: il corpo è girato di 45° rispetto all’en face; dalla parte del pubblico si trova la gamba portante; le braccia sono in posizione chiusa al pubblico e l’intera schiena è rivolta la pubblico; le braccia, in posizione quasi laterale rispetto al busto, formano un’unica linea con la gamba sollevata dietro; lo sguardo è rivolto al pubblico. Rispetto al pubblico le gambe e le braccia sono chiuse: la posa è senza opposizione.