SCUOLA DI DANZA CLASSICA – MODERNA – CONTEMPORANEO – LATINI AMERICANI – PILATES – BIODANZA A CARPI

 


Le scarpe da punta Sansha

1
Posted 17 ottobre 2014 by Ecole de Ballet in Guida al Balletto

Sansha è uno dei più grandi produttori di scarpe da punta e abbigliamento per la danza. La storia di quest’azienda nacque nel 1982 quando Franck Raoul-Duval, un giovane con la passione per la danza, creò un nuovo tipo di scarpette che rivoluzionerà le abitudini di molti danzatori e farà conoscere l’azienda Sansha in tutto il mondo. Dopo numerose prove e aggiustamenti, Duval ideò delle mezze punte in tela con suola a goccia, che avvolgono il piede come un guanto conosciute oggi con il nome di Sansha PRO 1C. Queste scarpette venivano prodotte a Sansha, un piccolo villaggio di pescatori nella Cina sud-orientale. Dopo questo successo Duval espanse la sua azienda includendo una grande varietà di punte e mezze punte collaborando con danzatori professionisti e maestri di danza.

Le punte Sansha sono disponibili in diverse larghezze di pianta: N (stretta), M (media), W (larga), X (extra-large), in diversi tessuti – in raso (satin) o in tela (canvas) – e in diversi colori e tonalità di rosa (rosa pesca e rosa inglese) e altri colori. Le Sansha sono una delle marche più economiche e il loro prezzo standard si aggira intorno ai 35-45 euro.


Modelli principali:
– Soprano 101
– Debutante D101
– Recital 202
– Partenaire 303
– Lyrica 404
– Etudes 505
– Ovation 603 e 606
– Premiere 808
– Legende 909
– Gloria 601
– Germania G01 G03 G09
– Futura 111


N.B. Ricordiamo che queste informazioni, prelevate da vari siti web, sono puramente indicative (non sono da considerarsi dunque complete o esaustive). Per una scelta importante come quella delle scarpette da punta è indispensabile il consiglio del proprio insegnate o di una persona specializzata. Ogni piede infatti, essendo diverso da ogni altro, ha bisogno della scarpine adatte alle sue esigenze in base alle caratteristiche fisiche e al grado di preparazione tecnica del danzatore.



Caratteristiche dei modelli più diffusi



Sansha Recital 202
◆ Le scarpe da punta Sansha Recital 202 sono provviste di un box ampio ed accogliente, scollatura a U con laccetto di regolazione e mascherina piuttosto alta. La consistenza della suola e medio/morbida, ideale per chi inizia il lavoro in punta. Adatta per un livello amatoriale – principiante.
Se si desidera rinforzare la suola sono disponibili sul mercato delle stecche inseribili nell’apposito alloggiamento posto sotto la soletta interna.

Sansha Legende 909
◆ Le Sansha Legende hanno una suola a 3/4 visibile che conferisce all’esterno la caratteristica forma a goccia. Sono punte professionali cucite a mano e hanno una mascherina alta.

Sansha Premiere 808
◆ Sono molto simili alle Sansha Recital ma più morbide, ideali come prime punte. Hanno un box ultrapiatto e la consistenza della suola è medio/morbida.

Sansha Debutante D101
◆ Le scarpe da punta Sansha Debutante D101 sono consigliate a chi inizia il lavoro in punta e a chi non ha molta forza nel collo del piede, sono provviste di un blocco molto leggero, una soletta malleabile, un appoggio abbastanza largo che garantisce equilibrio e stabilità. Sono adatte come prime punte.

Sansha Partenaire 303
◆ Sono molto simili alle Sansha Recital con l’unica differenza che le Sansha Partenaire sono più dure.

Sansha Lyrica 404
◆ La caratteristica principale di queste punte è di avere uno scollo a V come le scarpette russe, anziché a U come la maggior parte delle punte Sansha.

Sansha produce inoltre delle punte particolari con i lacci (le Sansha Futura) e punte da scena colorate colorate con decorazioni molto sofisticate.

futura-small